I Ceci di Navelli

La denominazione "CECE DI NAVELLI" è riservata al prodotto coltivato nel territorio compreso nell'altopiano di Navelli e nelle zone limitrofe.

La nostrsa Azienda coltiva unicamente il biotipo locale noto sotto il nome di "Cece di Navelli" (Cicer arietinum L. subsp. mediterraneum Van der Maesen "biotipo Navelli").

Questo biotipo ha semi con le seguenti caratteristiche:

  • dimensioni: 7-8 mm di diametro;
  • forma: arrotondata;
  • peso di 1.000 semi: 260-300 g.;
  • altezza della pianta: 50 cm.;
  • colore dei semi: crema chiaro.

L'ambiente di produzione è submontano, su terreni situati tra 450 e 1.100 metri s.l.m.

Il cece di Navelli é una pianta rustica, si adatta a terreni aridi, leggeri, anche ricchi di scheletro, a clima caldo arido.

Sono inadatti i terreni molto fertili poiché favoriscono lo sviluppo vegetativo a scapito della fruttificazione; né vanno bene quelli argillosi perché asfittici e soggetti a ristagni idrici.

Il cece resiste alla siccità e non sopporta umidità eccessiva sia del suolo che dell'atmosfera (nebbie).

Evidenzia caratteri di microtermia, riuscendo a germinare anche a 10° C

Per la concia della semente e per gli attacchi fungini, batterici, di insetti, ecc. vengono usati solo i prodotti ammessi dal Reg. CEE 2092/91.

L'azienda utilizza tecniche che mantengono ed esaltano la resistenza naturale agli agenti avversi ed adotta tutte quelle tecniche agronomiche, biologiche, biotecniche, genetiche, meccaniche atte a sfavorire lo sviluppo degli attacchi parassitari.

Per quanto attiene la lotta chimica, oltre ad attenersi scrupolosamente ai tempi di carenza indicati sulle confezioni degli antiparassitari, è consuetudine la scelta di quei prodotti che:

  • riescono a mantenere il patogeno al di sotto della soglia di tolleranza;
  • sono meno pericolosi per l'operatore;
  • non lasciano residui sul prodotto e sono più rispettosi dell'ambiente.

I prodotti chimici utilizzati devono essere efficaci e poco inquinanti.